I personaggi

e8fd00_a97f132e54cd4e83bc7e0b7bfbcd7f55

GLORIA ROSBOCH – VITTIMA DI OMICIDIO

Insegnante, 49 anni. Scompare il 13 gennaio 2016 dalla sua casa di Castellamonte, in Piemonte. Strangolata e poi gettata in un pozzo (una vasca di scolo), il corpo viene ritrovato venerdì 19 febbraio a poco piĂą di un mese dalla scomparsa, a pochi chilometri da casa, in un bosco di Rivara, nel Canavese. Un omicidio premeditato per ‘zittire’ le pretese di restituzione del denaro prestato al suo e allievo – Gabriele Defilippi – con l’illusione di una nuova vita in Costa Azzurra e di un nuovo lavoro come improbabile socia in una “finanziaria”. Ben 187mila euro volatilizzatisi col bel ami.

 

e8fd00_49b4a960b4814599badfd07fd04ce786

GABRIELE DEFILIPPI – PRESUNTO ASSASSINO

Gabriele Defilippi, 22 anni. Alcuni suoi ex compagni lo ricordano come un tipo eccentrico. Si presentava con occhi truccati, unghie finte e laccate, capelli lunghi e tinti. A Gassino Torinese, invece, i vicini di casa riferiscono di un continuo via vai di gente a party e feste fino a tarda notte. “Ora sono Gabriella“, dice in un video dove il suo esibizionismo appare evidente. Una foto diversa, con un look diverso, per ogni profilo social. Da Facebook a Linkedin, da MySpace a Speaker. Travestimenti e pseudonimi: Gabriel Alexander Accardi, Gabriele Accardi, Gabriel Anderson, Gabriele Anderson Kennedy, Gabo Anderson, Gabrielto Gabriel. Ora moro e macho poi biondo ed ammiccante quindi femmineo ed efebico. Uno, nessuno, centomila, direbbe Pirandello.

 

e8fd00_4b2194a788aa44cd89253730408f4fe0

 

ROBERTO OBERT – PRESUNTO ASSASSINO

Roberto Obert, 54 anni, di Forno, un tempo fidanzato di Caterina Abbattista, madre di gabriele Defilippi; quindi amante del ragazzo. Dopo 37 giorni di indagini viene arrestato dai carabinieri che hanno accumulato una serie di prove schiaccianti contro di lui e il Defilippi. Entrambi gli arrestati hanno confessano tutto, fornendo versioni diverse e accusandosi a vicenda “Ho avuto rapporti sessuali (con Defilippi, ndr) da quando aveva 16 anni…Ero al corrente della truffa…la Rosboch lo lo minacciava. Così l’abbiamo caricata in auto e lui, che era seduto dietro – ha invece detto Obert – l’ha strangolata con una corda, dopo venti secondi era morta”.

 

e8fd00_a02a17b3e164474da4610f245f42b08e

CATERINA ABBATISTA – MADRE DI GABRIELE
Viene fermata, dopo essere stata interrogata come persona informata sui fatti, anche la madre di Defilippi, Caterina Abbatista. L’accusa è di concorso in omicidio. Lei però nega qualunque coinvolgimento nel delitto. Dice di essere estranea: “No, non è possibile… maledetti quelli che l’hanno uccisa“, continuando a fornire agli inquirenti la versione di sempre: lei, infermiera, quel giorno era al lavoro, in ospedale a Ivrea; suo figlio era a casa. Ma i carabinieri hanno le prove, attraverso le celle telefoniche, che fu lei quel giorno a portare suo figlio a casa di Obert.
Appare dunque poco credibile una madre che non si domanda come faccia il figlio a mantenere un tenore di vita così alto, pur essendo un disoccupato. Men che meno è in grado di spiegare, in modo soddisfacente, come si possa andare ad abitare in una nuova ed elegante villetta, così… senza avere perlomeno vinto ad un “Gratta & Vinci“.

 

e8fd00_e52c6a4bde6d48ce8f91b9d0343a4f59

SOFIA SABHOU – FIDANZATA DI GABRIELE

 

Sofia Sabhou è un nuovo personaggio in tutta questa intricata vicenda: si tratterebbe della fidanzata ventitreenne del Defilippi. A detta di un’amica, Sofia sarebbe stata “come stregata” da Gabriele, il quale con lei interpretava il ruolo del fidanzato eterosessuale, premuroso, sensibile e generoso.
La giovane, che gli inquirenti vorrebbero interrogare come persona informata sui fatti, da un paio di settimane (giusto dopo l’omicidio di gloria) sembrerebbe essere tornata nel suo paese di origine, il Marocco.

« Il caso

I testimoni »