Quel disegno che ora la accusa

(Caivano, Napoli) –¬†Nonostante¬†l’udienza del processo per l’omicidio di Fortuna Loffredo sia stato rinviato al 10 maggio (per lo sciopero delle Camere Penali), sulla vicenda ci sono importanti novit√†. Raimondo Caputo (detto “Tit√≤”) – l’uomo arrestato con l’accusa di avere scaraventato nel vuoto, il 24 giugno 2014, la piccola “Chicca”¬†e di¬†avere abusato¬†di¬†tre bambine, figlie della sua convivente – avrebbe¬†consegnato agli inquirenti, tramite il suo legale, un disegno fatto dalla sorella Angela; disegno che avrebbe a che fare con¬†le misteriose circostanze in cui mor√¨ il¬†piccolo Antonio Giglio, figlioletto di Marianna Fabozzi, ex convivente del Caputo.

Marianna Fabozzi

Marianna Fabozzi

Lo ricordiamo: anche Antonio Giglio, di appena¬†3 anni, rimase vittima (il 27 aprile 2013)¬†di una misteriosa ‚Äúcaduta‚ÄĚ da una finestra al¬†settimo piano di un palazzo del Parco Verde, a Caivano. Il piccolo non sopravvisse: spir√≤ durante il trasporto all‚Äôospedale. Ma fu solo¬†in seguito alla tragica morte di Fortuna che le indagini su Antonio¬†vennero riaperte e fu chiesta la¬†riesumazione della piccola salma sulla quale, all’epoca dei fatti, non era stata¬†effettuata l‚Äôautopsia.

La madre (Marianna Fabozzi) e la nonna del bambino avevano riferito agli inquirenti, nell’immediatezza della tragedia, di come¬†Antonio, rimasto solo nella stanza, fosse caduto accidentalmente, affacciandosi da una finestra aperta e perdendo l’equilibrio. Secondo la sorella di Raimondo Caputo, invece, nella stanza, assieme al bambino, sarebbe stata presente proprio la madre, Marianna Fabozzi, la quale prima¬†avrebbe preso in braccio il bimbo e poi lo avrebbe gettato¬†nel vuoto: per liberarsi di quel figlio maschio che le sarebbe stato solo d'”impiccio” nella nuova convivenza con Raimondo Caputo.¬†La donna quindi avrebbe, secondo Angela Caputo, con modalit√† analoghe, ucciso anche la piccola Fortuna: per fare un dispetto a¬†Domenica Guardato, madre della piccola.

Il disegno Рnuovo elemento probatorio che sarà presentato nella prossima udienza Рdescriverebbe la dinamica omicidiaria attuata dalla Fabozzi per ammazzare la propria creatura, il piccolo Antonio. Secondo Angela Caputo, infatti, non è plausibile che il bambino potesse arrampicarsi così in alto. Attualmente Marianna Fabozzi è accusata di omessa vigilanza (per non aver denunciato né impedito gli abusi di Caputo sulle sue tre figlie) e si trova agli arresti domiciliari nel suo appartamento, proprio al Parco Verde, a Caivano (Napoli).

(Diarana Sestilli)