Roberta Bruzzone contro Michele Misseri

(Taranto) – In data 15.06.2016 presso il Tribunale di Taranto si è svolta la prima udienza che vede imputato Michele Misseri con l’accusa di calunnia nei confronti della dott.ssa Roberta Bruzzone e del di lui ex difensore Daniele Galoppa. Solo quest’ultimo però è stato ascoltato dal giudice incaricato.

Sia la dott.ssa Roberta Bruzzone (all’epoca consulente di parte di Michele Misseri,  nel processo riguardante l’omicidio di sarah Scazzi) che l’ex legale (sempre di Michele Misseri), lo ricordiamo, furono accusati dal contadino avetranese, ad un certo punto dell’intricata vicenda – costellata peraltro da plateali dichiarazioni, quindi da altrettanto clamorose ritrattazioni, seguite da ulteriori sconvolgenti rivelazioni, e così via – di averlo “indotto” ad incolpare la figlia Sabrina dell’omicidio di Sarah Scazzi. Infatti, un capitolo a parte meriterebbero pure i procedimenti penali che hanno coinvolto gli avvocati degli stessi indagati tra cui proprio l’avvocato Galoppa, difensore di Michele Misseri, costretto anch’egli a rimettere il mandato dopo essere stato indagato nel medesimo procedimento dell’assistito, da cui era stato accusato.

Roberta Bruzzone - Michele Misseri

Roberta Bruzzone – Michele Misseri

La criminologa Roberta Bruzzone verrĂ  audita non prima del prossimo gennaio, nel 2017. Nello stesso procedimento sono coinvolti, con l’accusa di diffamazione, anche la giornalista Ilaria Cavo e l’avvocato Fabrizio Gallo; quest’ultimo avrebbe chiesto un rinvio per legittimo impedimento, per impegni inderogabili a Roma che non gli avrebbero permesso di presenziare all’udienza di Taranto. Nel corso dell’udienza la difesa avrebbe richiesto una perizia psichiatrica per Michele Misseri – peraltro respinta dal giudice – adducendo la di lui l'”incapacitĂ  di intendere e volere“.

 

Leggi il dossier completo sul caso Sarah Scazzi

il caso

i personaggi

i testimoni

l’accusa

la difesa

come andrĂ  a finire